011.19234193 Redazione 

Ramadan

ramadanRamadan - 6 giugno - 5 luglio 2016

Da giovedì 18 giugno a sabato 18 luglio, i fedeli dell’Islam di tutto il mondo celebrano il Ramadan. Il Ramadan (arabo: رمضان, ramaḍān) è, secondo il calendario islamico, il nono mese dell'anno e ha una durata di 30 giorni. Dato che il calendario islamico, che segue i cicli lunari, è composto da 354 o 355 giorni (10 o 11 giorni in meno dell'anno solare), il mese di Ramadan di anno in anno cade in un momento differente dell'anno solare, e quindi man mano cade in una stagione diversa. Nella fede islamica tale mese è sacro, poiché in esso è stato rivelato il Corano (”Il mese in cui fu rivelato il Corano come guida per gli uomini e prova chiara di retta direzione e salvezza”, Sura II, v. 185). Per questa ragione ai fedeli è richiesta la rigorosa osservanza del digiuno (sawm), che costituisce il terzo dei Cinque Pilastri dell’Islam, cioè di astenersi, dall’alba al tramonto, dal bere, mangiare, fumare e praticare attività sessuali. Bisogna inoltre astenersi dai cattivi pensieri, non litigare né mentire né calunniare. Il digiuno, che viene rotto al tramonto del sole, ha dunque un senso di purificazione da tutto ciò che allontana da Dio, e viene inteso come elevazione spirituale (“O voi che credete! Vi è prescritto il digiuno, come fu prescritto a coloro che furono prima di voi, nella speranza che voi possiate divenire timorati di Dio”, Sura II, v. 183). Il Ramadan è anche un mese di carità, nel quale il credente divide i suoi beni con coloro che ne hanno bisogno. Al termine del Ramadan, viene celebrato lo Id al-fitr ("festa della interruzione"), detta anche la "festa piccola" (Id al-saghir).

Stampa