Rosh haShana

Scritto da Interdependence.

rosh_hashanah

 19-20 settembre 2020

 

Rosh haShana (in ebraico ראש השנה, letteralmente capo dell'anno) è il capodanno religioso ebraico. Nella Torah vi si fa riferimento definendolo "il giorno del suono dello Shofar" (Yom Terua, Levitico 23:24). La letteratura rabbinica e la liturgia descrivono Rosh haShana come il "Giorno del giudizio" (Yom ha-Din) ed il "Giorno del ricordo" (Yom ha-Zikkaron).

Nei midrashim si racconta di Dio che si siede sul trono, di fronte ai libri che raccolgono la storia dell'umanità. Ogni singola persona viene presa in esame per decidere se meriti il perdono o meno. Nei dieci giorni successivi, che separano questa festa da Yom Kippur, è dovere di ogni ebreo compiere un'analisi del proprio anno ed individuare le trasgressioni compiute nei confronti dei precetti ebraici, e in particolare i torti che si sono fatti nei confronti dei propri conoscenti, chiedendo il perdono dei danneggiati. È con l'anima del penitente che si affronta lo Yom Kippur.

Stampa